Il futuro è un posto meraviglioso!


Oggi ho avuto l'onore di partecipare all'evento della Fondazione Benvenuti In Italia. Il tema era il futuro, il futuro del Piemonte e non potevo che concentrare il mio intervento su un argomento che mi appassiona e che è diventato parte della mia vita, l'inclusione sociale, l'inclusione di chi rimane indietro (riporto solo un pezzo breve del mio discorso).

Ho aperto il mio intervento ricordando le parole di Martin Luther King, Jr. "I have a Dream" - ho un sogno che i miei quattro figli piccoli vivranno un giorno in una nazione nella quale non saranno giudicati per il colore della loro pelle, ma per le qualità del loro carattere! Sogno una regione aperta!

Sogno una regione dove non importa da dove vieni, non importa chi sei, non importa se il colore della tua pelle è bianco o nero, non importa qual è la tua religione, non importa se sei ateo, non importa chi ami, non importa se sei europeo o no, non importa se sei disabile, se ricco o povero, se uomo o donna la nostra Regione è per l’uguaglianza, la nostra regione deve essere la Regione dell’inclusione!

Per arrivare a questo bisogna davvero battersi con serietà, con generosità e con solidarietà, con umiltà, con pazienza, con moderazione ma soprattutto con radicalità delle proprie posizioni.

Bisogna essere radicali su alcuni principi politici. Ognuno di noi ha dei principi ben chiari, ma spesso sono quei valori che devono essere blindati, perché sono la radice, le gambe dell’identità che se rinnegati o tralasciati, si cade a terra". Ho chiuso con la frase di un uomo dal quale ho preso ispirazione da sempre.

Malcolm X The future belongs to those who prepare for it today. “Il futuro appartiene a coloro che si preparano per esso oggi.”

 

Video intervento